Zaccarelli Dott.ssa Gaia | Nutrigenetica | Modena

PER APPUNTAMENTO 059 372030

Perdere peso con il metodo SAIP a Modena

Per recuperare la forma fisica non è sufficiente perdere peso: bisogna, infatti, perdere il grasso in eccesso, mantenendo o aumentando, però, il tono muscolare e la massa magra. Le diete classiche, oltre ad essere difficili da seguire perché non tutti hanno la possibilità di pesare gli alimenti, comportano una perdita di peso lenta che contribuisce all’abbassamento del metabolismo basale, a discapito della massa muscolare.
La dottoressa Gaia Zaccarelli a Modena propone per la perdita di peso il metodo SAIP (Sistema Alimentare Integrato Penta), che riprende il pensiero del 1973 del professore statunitense di Harvard Blackburn G.L., anche ricercatore al M.I.T.
Grazie a questo metodo, è possibile perdere peso facilmente, salvaguardando la massa muscolare.

Che cos'è il metodo SAIP?

Secondo il metodo SAIP, la riduzione dei glucidi e dei lipidi, affiancata al consumo di proteine di alto valore biologico e amminoacidi essenziali perfettamente equilibrati, consente di ridurre la massa grassa. Ciò è possibile grazie al nuovo bilanciamento Insulina-Glucagone che si instaura nell’organismo in seguito a questo cambiamento del regime alimentare. 

All’inizio, questa tecnica efficace è stata utilizzata quasi esclusivamente per trattare l’obesità. Oggi, invece, viene utilizzata per i campi più svariati, dalla riduzione della cellulite al trattamento dislipidemie e sindrome metabolica, così come nella perdita di peso post gravidanza e nel pre e post intervento di chirurgia bariatrica. 
Il metodo SAIP, adottato nello studio di Modena, è stato ampiamente sostenuto dalla letteratura scientifica e ha avuto un largo riscontro presso la Comunità Scientifica. Questo metodo può essere seguito dai pazienti esclusivamente sotto la guida di personale sanitario e con prescrizione medica.
 
 
Il metodo SAIP si propone anche come detossificante dopo gli eccessi delle feste o comunque  per chi  si ritrova con un accumulo di scorie e tossine difficili da smaltire per il fegato, vittima degli eccessi. 
Per questo il metodo può essere consigliato 2 volte all’anno in particolari pazienti, non solo come dimagrimento.

Come funziona il metodo SAIP?

Innanzitutto, il metodo SAIP vuole proporre sempre nuovi prodotti dietetici per stimolare il paziente e aiutarlo. Budini, minestre, frittate, creme, bevande calde e fredde, dolci e barrette aiuteranno i pazienti a vivere la dieta con più serenità.
Il programma proposto dalla dottoressa Zaccarelli a Modena si articola su 5 fasi, al termine delle quali il paziente sarà stato rieducato a seguire in autonomia un’alimentazione sana e corretta.
Le prime due fasi consistono in pasti sostitutivi e ipocalorici, seguite dalla terza in cui vengono reintrodotti carboidrati a basso indice glicemico. Il quinto step reintroduce gli alimenti in una dieta corretta e bilanciata. Le prime fasi seguono solitamente un periodo che va dalle 8 alle 16 settimane, a seconda della perdita di peso da ottenere.

Contatta la dottoressa di Modena per informazioni sul metodo SAIP